Come si valuta un partner di marketing? Tre domande che le aziende dovrebbero porsi

Oggi come oggi, non si può pensare di muoversi in un panorama digitale in continuo cambiamento senza aver trovato una web agency che possa guidare l’azienda in modo strategico sul web. Un partner di fiducia, solido e competente che possa godere della stima dell’azienda che rappresenta.

Come si fa, però, a trovare il partner giusto? Quali sono le domande da porre alle agenzie di web marketing quando si desidera instaurare una nuova partnership? Quali sono i temi caldi su cui confrontarsi? In questo post, vi vogliamo dare qualche spunto, che vi può tornare utile se siete alla ricerca di una nuova collaborazione di marketing.

 

web agency

 

1. Il partner selezionato vi sta proponendo qualcosa di originale?

Una buona web agency, prima di proporre una soluzione, deve saper ascoltare le esigenze del suo cliente. Può sembrare ovvio, ma non sempre il trio “sito, social, advertising” è quello che serve per promuovere un’azienda sul web.
A seconda del budget, degli obiettivi e del punto in cui si trova l’azienda, è possibile che le soluzioni siano diverse. Ad esempio, per una società di consulenza, oltre al sito e ai social, può diventare essenziale effettuare delle campagne di promozione per una serie di eventi e corsi in programma nei prossimi 6 mesi, oppure effettuare dei brevi video informativi da divulgare su Youtube, oppure iniziare ad utilizzare i diversi strumenti Linkedin per la divulgazione di materiale informativo.

Le strade sono tantissime. Solo un confronto creativo “a cuore aperto” può aprire nuove prospettive, che possano aiutare l’azienda a differenziarsi rispetto al mondo che la circonda.

 

2. Il partner selezionato vi sta proponendo una nuova sfida?

Una buona web agency deve saper ampliare le prospettive e le vedute dell’azienda che ha davanti, tenendo sempre presente la necessità di saper trasmettere il vero valore che l’azienda porta dentro di sè. Il mondo digital, grazie alla possibilità di monitorare costantemente anche i progetti più recenti tramite il Data Analytics, consente alle aziende di sperimentare nuove vie ed iniziare ad investire in nuovi progetti e nuove sfide, tenendo sempre sotto controllo il loro andamento e le loro performance.

 

 

3. Il partner selezionato può aiutarci nel nostro processo di crescita?

Il partner che è consapevole del valore dell’azienda che ha davanti, che ne comprende la filosofia, ne condivide gli obiettivi, dovrebbe poter contribuire attivamente al suo sviluppo e alla sua crescita.
I dati ricavati dalle campagne in corso possono, ad esempio, far capire all’azienda di cosa ha davvero bisogno il target di riferimento, può evidenziare la distanza tra la domanda e l’offerta proposta e far capire all’azienda che per raggiungere anche la fetta di mercato che non riesce a trovare in un determinato prodotto quello che sta cercando esattamente c’è bisogno di un un prodotto diverso, o di un servizio intermedio.

Non a caso il termine Marketing deriva dal verbo inglese “to market”, che significa immettere e rendere adatto per il mercato, rendere vendibile, rendere vendibile qualcosa a chi lo sta cercando.

Ecco perché una buona web agency non deve limitarsi a “portare a casa numeri”, ma deve supportare l’azienda nel suo percorso di crescita. E le tecnologie digitali, unite alla potenza dell’analisi dei dati, hanno potenziato la componente funzionale ed essenziale del marketing per le aziende.

 


Fonte: thinkwithgoogle.com

 

Leggi anche

 

 

 

 

Condividi su:

Facebook LinkedIn Twitter