Data-analysis: il lato scientifico del marketing che ti aiuta a capire i clienti

La sfida più grande che i professionisti del marketing si trovano davanti è questa: come faccio a costruire e mantenere la relazione con i clienti? Come faccio a sapere in anticipo cosa vogliono? Come faccio a stupirli con un contenuto nuovo o con un prodotto innovativo? La risposta spesso esiste già, ma si trova ingarbugliata dentro un mare di dati che il cliente fornisce all’azienda, sia tramite le sue attività online che offline, ma che questa non sa o non riesce ad analizzare e trasformare in informazione.

data analysis
 

La sfida si vince con l’integrazione

Basta pensare all’azienda come l’insieme di compartimenti a sé stanti. Il cliente fornisce piccole dosi d’informazione ad uffici diversi: al Sales quando acquista un prodotto, all’After Sales quando chiede assistenza su un prodotto, un ricambio o il rinnovo di una garanzia, all’Amministrazione quando chiede informazioni su un documento doganale, al Marketing quando si iscrive ad un webinar o partecipa ad una fiera o quando clicca su un link contenuto in una newsletter.

Tutti questi dati, se vengono raccolti, condivisi ed analizzati, si trasformano in una miniera d’oro per l’azienda, che può tracciare un profilo ben preciso del singolo cliente, identificando le sue abitudini di acquisto, le sue preferenze di contatto, gli argomenti che gli stanno più a cuore e una miriade di altre informazioni più o meno importanti.

La capacità sta nel saper raccogliere e studiare questi dati.

Il primo passo è il più semplice: adottare una piattaforma CRM condivisa in modo trasversale con tutti i dipartimenti aziendali, che dovranno inserire quotidianamente tutte le informazioni in loro possesso (o acquisirle in modo automatico tramite l’integrazione con il software gestionale, le piattaforme di marketing automation o l’ecommerce B2B).

Giorno per giorno, in questo modo si raccolgono tutti i tasselli che raccontano la storia del cliente: quando e come si è rivolto all’azienda, quali prodotti preferisce, quali sono le lacune che percepisce, chi sono i referenti interni a cui l’azienda si rivolge per l’assistenza e così via.

Sta, poi, all’ufficio marketing dover analizzare tutti questi dati e trasformarli nelle informazioni che possono servire a tutti gli altri dipartimenti aziendali. Migliorare la relazione con il cliente, effettuare analisi previsionali, analizzare KPI, migliorare l'offerta o il servizio clienti sono solo alcune delle finalità da perseguire. Soltanto tramite un'analisi accurata di tutti i dati a disposizione dell'azienda è possibile impostare una strategia efficace, capace di fornire risposte concrete a tutti i dipartimenti aziendali.

 

Se desideri approfondire con noi questo tema non esitare a scriverci!

 

 

Fonte: Think with Google

 

Ilaria Boschetto

(Linkedin)

 

Leggi anche

 

 

 

 

Condividi su:

Facebook LinkedIn Twitter