Digital Transformation: possibile se tecnologia e cultura aziendale vanno nella stessa direzione

Abbiamo affrontato l’argomento diverse volte, ma oggi ci poniamo una domanda specifica: la tecnologia, da sola, è in grado di concretizzare il percorso verso la Digital Transformation di un’azienda? La risposta è no.

Le innovazioni tecnologiche, le infrastrutture IT più avanzate, le piattaforme più innovative rappresentano solo i blocchi di partenza. Generalizzando, la tecnologa pone le premesse per il cambiamento, ma è solo il team e le persone che lavorano in azienda a concretizzarlo. Senza una cultura organizzativa, basata sulla collaborazione, sulla condivisione e sullo scambio propositivo, capace di determinare come tutte le risorse utilizzano gli strumenti tecnologici, la trasformazione digitale spesso diventa un miraggio.

trasformazione digitale
 

Come si crea una cultura aziendale orientata al cambiamento e improntata sull’innovazione? Thomas Davies, fondatore e CEO di Temporall, un’azienda che si occupa di analisi delle culture aziendali, evidenzia alcuni tratti distintivi che caratterizzano un team dirigenziale votato a sviluppare una cultura digitale:

  • Non rischiare che la creatività entri in conflitto con la filosofia aziendale: se è vero che la creatività è ovunque e può nascere da qualsiasi fonte, spesso accade che si scontri con una mentalità aziendale tradizionalista, che non vuole accettare sfide nuove, che predilige efficienza e ottimizzazione piuttosto che incentivare l’apprendimento e la sperimentazione di nuove idee
  • La cultura digitale va trasmessa a tutta l’organizzazione: il compito del team dirigenziale è quello di trasmettere in modo trasparente quali siano gli obiettivi e i modelli di comportamento da seguire (come ad esempio, l’adozione di una nuova piattaforma digitale)
  • Il cambiamento non coinvolge solo il singolo individuo: se solo poche persone abbracciano la nuova cultura aziendale, mentre altre continuano a lavorare “alla vecchia maniera”, il cambiamento è destinato a durare poco.

Per riuscire a sviluppare una cultura digitale e concretizzare il cambiamento, occorre sviluppare una visione a lungo termine. Nel concreto, questo si traduce nella progettazione e attuazione di processi e sistemi capaci di rafforzare l’innovazione e l’apprendimento. Non si tratta necessariamente, di processi complicati, anzi. Più sono semplici e facili da applicare, meglio saranno assorbiti dall’intero team. Ad esempio, dove vengono “archiviate” le nuove idee? Come fa un dipendente a far sapere al suo superiore che ha avuto una nuova idea e come fare per tenerne traccia in futuro? Formalizzare questo processo stimolerà le persone a portare il loro contributo.


La ricetta valida per tutti non esiste. Quello che è certo, però, è che senza una cultura condivisa e collaborativa capace di concretizzare e adottare le innovazioni tecnologiche, la trasformazione digitale delle aziende è destinata a fallire.

 

Se desideri approfondire questo tema, contattaci! Saremo felici di condividere con te la nostra filosofia!

 

 

Fonte: thinkwithgoogle.com

 

 

Leggi anche

 

 

Condividi su:

Facebook LinkedIn Twitter