Facebook Ads e Google Adwords: come utilizzarli insieme

L’unione fa la forza, anche quando si parla di online advertising e di due colossi come Google e Facebook, che tradizionalmente vengono considerati come reciproci avversari e vengono utilizzati singolarmente dalle aziende per promuovere i propri prodotti o servizi.

Social network o serp? Dove si trovano i potenziali clienti? Quale piattaforma converte di più spendendo meno? Dove stanno i competitor? Sono queste le domande che i responsabili marketing si pongono quando devono avviare delle campagne pubblicitarie online, ma sempre di più la tendenza è quella di adottare una strategia olistica, che coinvolga entrambe le piattaforme, in modo integrato e strutturato.

Facebook advertising google adwords
 

PERCHÈ SONO DIVERSI

Perchè utilizzano metodologie differenti, ma complementari, per attrarre le persone, pur sempre mostrando loro degli annunci mirati, interessanti e coerenti con i loro desideri ed interessi.

Google utilizza le query degli utenti e le loro esigenze e si pone come il problem-solving della situazione. Ad ogni richiesta, trova una soluzione, ad ogni necessità espressa da un utente trova una risposta pertinente e coerente.

Facebook punta sugli interessi, basandosi sulle informazioni dei profili e sulle attività che gli utenti svolgono all’interno della piattaforma.

 

COME UTILIZZARLI INSIEME: 4 DRITTE

 

1. Attira l’attenzione su Facebook, converti con Google

Grazie alla precisa profilazione degli utenti e alla profonda conoscenza dei suoi desideri, Facebook è il posto ideale per raggiungere con estrema precisione i potenziali clienti giusti, mostrando loro inserzioni a pagamento estremamente mirate e oculate. Questo si traduce in altissima visibilità del prodotto e del brand, che “porta” l’utente ad approfondirne la conoscenza anche sui motori di ricerca.

Una recente ricerca di WordStream, conferma che la pubblicità su Facebook produce un aumento del 34% delle ricerche su Google relative ad un prodotto o brand. Ed è proprio sui motori di ricerca che si chiude il giro: sarà qui che verranno pubblicati gli annunci mirati a chiudere una conversione effettiva (una vendita o una compilazione di una form, ad esempio).

 

2. Negli annunci Facebook, usa le parole chiave nei punti strategici

Ovvero, nel titolo. Se una campagna Facebook è strutturata in modo chiaro e semplice, sarà riconoscibile. Spesso, infatti, i titoli utilizzati negli annunci Facebook vengono utilizzati come query di ricerca su Google, che a loro volta scatenano la pubblicazione degli annunci Adwords, se pertinenti con le parole chiave incluse nella campagna Google.

È un circolo virtuoso, che parte dal nome del brand, del prodotto e da parole chiave specifiche, che si ritrovano e si interecano nelle diverse piattaforme. La sfida di un bravo copyriter? Aggiungere un pizzico di fantasia, per suscitare curiosità ed interesse, senza che gli annunci si ripetano in modo monotono e noioso.

 

3. Sfrutta le possibilità del remarketing

La situazione ideale è questa: un utente cerca un prodotto su Google, trova un annuncio Adwords, lo clicca e visita il suo sito web. Terminata la navigazione e per i giorni successivi, l’utente utilizza Facebook e si trova degli annunci pertinenti con la navigazione fatta, in modo da far imprimere nella mente dell’utente/potenziale cliente il prodotto e le sue caratteristiche. Si chiama Remarketing (ne abbiamo parlato anche qui).

Le campagne di remarketing proposte da Facebook permettono alle aziende di creare annunci estremamente precisi, esattamente in linea con la navigazione degli utenti.

 

4. I tuoi potenziali clienti sono molto simili ai tuoi clienti

Tra le possibilità offerte da Facebook c’è quella di “trovare pubblici simili”, feature che permette all’azienda di trovare un bacino di profili molto simili ad un particolare pubblico (es. gli utenti di un sito web). Questi saranno più propensi e più predisposti a recepire positivamente un annuncio e un messaggio promozionale.

 

In definitiva, Facebook e Google sono due piattaforme che, se utilizzati insieme in modo strategico, possono incrementare in modo interessante le opportunità di conversione e risolvere positivamente gli obiettivi aziendali.

Se desideri studiare insieme a noi una strategia ad hoc per la tua azienda, contattaci via mail o via telefono!

 

Fonte: ninjamarketing.it

 

Ilaria Boschetto

(Linkedin)

 

Leggi anche

 

 

 

 

Condividi su:

Facebook LinkedIn Twitter