Pinterest vs Instagram: come e quando usarli in azienda

La natura visual centric di Instagram e Pinterest li hanno fatti diventare i social network personali per eccellenza, utilizzati dagli user che amano sperimentare con il potere della creatività, dell’istantaneità e delle immagini. Amati soprattutto dalla componente femminile della rete, permettono di comunicare senza contenuti testuali, nell’immediatezza di una foto e quello che lasciano al fruitore è l’emozione di un attimo, una sensazione, un pezzetto di quotidianità condivisa. Uno scatto, un fotogramma devono essere capaci di trasformarsi in ispirazione, in idea, in un concetto condivisibile nel minor tempo possibile dalla maggior parte delle persone di tutto il mondo.

pinterest vs instagram
 

Data la loro natura, conviene veramente alle aziende investire su questi social per aumentare la propria visibilità? Se la risposta è affermativa, quale dei due può rivelarsi l’ambiente giusto per comunicare i propri valori? Dipende dagli obiettivi. Instagram e Pinterest sono due social network molto diversi, capaci di comunicare con linguaggi diversi tipologie di contenuto diverse. In linea di massima, l'unico punto d'incontro tra le due piattaforme è questa: entrambi vivono di immagini di alta qualità.

 

TUTTO DIPENDE... DAGLI OBIETTIVI

Se il nostro obiettivo è generare vendite dirette, il nostro miglior alleato è senza dubbio Pinterest, che può essere utilizzato come vera e propria vetrina online capace di organizzare i prodotti in modo tematico e di aumentare concretamente il traffico verso il proprio ecommerce. Diversamente, Instagram non consente di inserire link all'interno dei post (l'unico link consentito è quello della pagina principale del proprio account), ma può essere utilizzato per far nascere un vero e proprio bisogno d'acquisto nei confronti di un prodotto.

pin it

 

TUTTO DIPENDE... DAL TARGET

Gli utenti di Instagram sono abbastanza simili a quelli di Pinterest, con un'unica differenza: sono molti di più. In particolare:

  • Instagram raccoglie un pubblico di oltre 600 milioni di utenti attivi
  • il 33% degli utenti ha un'età compresa tra i 30 e i 49 anni e il 18% dai 50 ai 64
  • il 59% degli utenti con età compresa tra i 18 e i 29 anni utilizza anche Pinterest
  • il target di Pinterest è prevalentemente femminile, il 45% nel complesso
  • il 36% degli utenti ha un'età compresa tra i 18 e i 29 anni e il 34% tra i 30 e i 49 anni, mentre il 28% tra i 50 e i 64 anni.

 

TUTTO DIPENDE... DAL DISPOSITIVO

Instagram è nato come applicazione mobile e, di conseguenza, le sue funzionalità sono state ottimizzate per un utilizzo da smartphone (ecco perchè "mancano" alcune funzioni da desktop, es. caricamento dei post). Pinterest, al contrario, presenta entrambe le versioni (desktop e mobile) complete in tutte le funzionalità.

telefono
 

 

TUTTO DIPENDE... DA COSA VOGLIAMO FARE

Instagram è l'unico social network che non permette di includere link all'interno dei post e questo può rivelarsi limitativo per le aziende che desiderano utilizzare i social come strumento di link sharing. Pinterest, al contrario, è una piattaforma nata proprio per radunare in un unico spazio web tutti i contenuti della rete (link inclusi). Il salvataggio e la condivisione dei link, qui, sono essenziali.

Sul fronte del contenuto, invece, gli ultimi insight evidenziano che in Pinterest hanno maggior successo quelle immagini prive di volti umani. Paesaggi, tutorial, spunti, idee...questi tipi di pin vengono ripinnati il 23% di volte in più rispetto alle immagini contenenti persone umane. Su Instagram succede esattamente il contrario. Un'analisi di Mashable indica che le immagini contenenti dei volti umani ottengono il 38% di like in più.

Su Instagram, inoltre, vengono amate soprattutto le immagini con contenuti semplici, veloci, istantanei, monocromatici, mentre su Pinterest possono aver un buon rendimento anche le immagini con diversi colori, più complesse, che necessitano di una lettura più approfondita.

Inoltre, su Instagram hanno maggior successo quei post dove il colore dominante è il blu: questi, ottengono il 24% di like in più rispetto ai post dove domina il colore rosso. Il colore di Pinterest, invece, è il rosso: le foto che ne contengono delle sfumature ottengono il doppio del successo di quelle che non le contengono. 

 

Per farla breve

Pinterest e Instagram sono due social network molto diversi tra loro, ma entrambi si basano sulla condivisione di immagini di alta qualità e possono contribuire, insieme o sinergicamente, a migliorare la visibilità dei  brand. Solamente se le aziende riescono a comprendere le peculiarità di queste piattaforme, possono utilizzarle al meglio, adottando i loro linguaggi e postando contenuti adatti. 

 

share
 

Se hai voglia di approfondire questo argomento o se ti affascina il mondo dei social network, non esitare a contattarci via telefono o via mail!

 

Fonte: ninjamarketing.it

 

 

Ilaria Boschetto
(Linkedin)

 

Leggi anche

 

 

 

Condividi su:

Facebook LinkedIn Twitter